Karim Alishahi

Nato a Teheran (Iran), inizia da giovane lo studio del Radif, la musica classica persiana, con maestri prestigiosi come Zeidollah Tolui, Hossein Alizadeh, Hoshang Zarif. Dal 1990 inizia ad insegnare e a partecipare a numerosi concerti e festival in Iran. Accompagna il canto delle son‘ati, le tradizionali melodie tramandate oralmente da maestro ad allievo, con gli strumenti a corde da lui stesso costruiti: il tar e il setar, liuti “a manico lungo” le cui corde vengono pizzicate, rispettivamente, da un plettro e dalle unghie. Il suono delicato e le scale modali utilizzate esprimono al meglio la spiritualità profonda del repertorio tradizionale della musica persiana d’Iran, le cui origini risalgono all’epoca pre-islamica.